Abbiamo partecipato al progetto finanziato da regione Lombardia “Como Futuribile” promosso da Arci, Auser, Legambiente e L’Isola che c’è.

Abbiamo partecipato al progetto finanziato da regione Lombardia “Como Futuribile” promosso da Arci, Auser, Legambiente e L’Isola che c’è.

L’Università popolare Auser ha organizzato un’anteprima dedicata allo stato di salute delle acque del lago nella quale il nostro Filippo Camerlenghi ha tenuto una conferenza.

Qui potete vedere un estratto:

https://periferieecoinformazioni.wordpress.com/2019/12/05/video-come-stai-lario-non-bene-troppo-alti-e-bassi/?fbclid=IwAR0yKeKov7-PxdmmTbvajF0_qAcMWJzQq1sq5c7ND-WOWF72bMLPLjaIQbQ

Il tema guida di Como Futuribile è la sostenibilità, declinata in molteplici forme, tutte accomunate da una visione “profonda”, ben lontana dal “green washing” – purtroppo molto diffuso – e legata alle buone pratiche dal basso presenti sul nostro territorio, con l’ambizione di sviluppare rapporti di rete sempre più solidi e strutturati, e di “dare una sveglia” alle amministrazioni pubbliche che molto spesso ignorano o non supportano queste esperienze.

Di fronte all’emergenza ambientale e climatica, non c’è molto da inventare, si tratta di agire perché, come ci ricordano i giovani di Friday for future, “non c’è più tempo”. Sappiamo tutti cosa si deve fare: un grande processo di riconversione ecologica dell’economia, cosa ben diversa da una spruzzatina di verde. Si tratta di mettere in discussione i paradigmi del pensiero unico: primato dell’economia sulla politica, liberismo, sviluppismo, disuguaglianze.

corso gev